La storia

Le origini

Questa è la storia della Garzarara, una realtà colorata, creativa, sempre in fermento come il suo ideatore Gianluca Pacini, o semplicemente Luca, come lo chiamano tutti. È una storia che coinvolge due generazioni, unite da una vena creativa che hanno dato vita a un’azienda unica nel settore delle pelli, con un team di gente appassionata, impegnata ogni giorno a fare il meglio per i clienti.

Ma basta parlare in terza persona: quella che vi stiamo raccontando è la nostra storia, una storia fatta di persone e passione. La storia comincia nel 1975, a Porto Sant’Elpidio, nelle Marche, quando il papà di Luca iniziò a vendere pellami ai produttori del distretto calzaturiero locale, costruendo una piccola impresa piena di entusiasmo e passione, la stessa passione che ha tramandato a Luca. Nel 2000, Luca ha preso le redini dell’azienda. Con il tempo e una buona dose di impegno e dedizione, ha trasformato l’attività originaria in una realtà nuova e fresca, che guarda al futuro senza paura, perché è ben ancorata alle radici dell’esperienza.

La Garzarara

Nel 2007, nasce ufficialmente La Garzarara. Il nome è un’idea di Luca: gli è venuto in mente una sera a cena con un suo amico stilista. Secondo noi dice molto sull’azienda e sulle nostre pelli: preziose, luccicanti, esclusive come gli oggetti che se ne ricavano.

Fin dall’inizio la parola d’ordine è stata originalità: colori, texture, finiture, abbinamenti sono pensati per stupire al primo sguardo, tanto che, in passato, producevamo solo in edizioni limitate. Oggi nei campionari de La Garzarara trovate pellami particolarissimi e pelli più sobrie, adatte a una vasta gamma di utilizzi.

Abbiamo clienti in tutta Europa: stilisti, artigiani e designer utilizzano le nostre pelli per produrre scarpe, borse, accessori, abiti, pezzi d’arredamento e tante altre cose davvero belle. Partecipiamo anche a fiere importanti come Linea Pelle London, Linea Pelle Milan e Futurmoda Alicante.

Le pelli che ideiamo vengono realizzate dalle abili mani di conciatori esperti all’interno di laboratori che conosciamo personalmente. Così come amiamo conoscere personalmente i nostri clienti: ascoltarli, capirli, parlarci. Perché quando si è parte di un processo creativo tutti gli anelli sono importanti.