Le pelli

Che cos’è tecnicamente la pelle?

Innanzitutto è bene chiarire che, in gergo tecnico, il termine “pelle” fa riferimento alla materia prima, mentre “cuoio” al prodotto finito, già sottoposto al processo di concia. Nel linguaggio comune, però, entrambi i termini vengono utilizzati in riferimento al materiale già conciato. Il cuoio, quindi, è il materiale ottenuto dalla concia della pelle animale, soprattutto di quella proveniente da bovini, ovini, caprini e suini, ma è possibile utilizzare anche quella di rettili e uccelli.

La pelle animale è costituita da due strati: l’epidermide, più sottile e superficiale che durante la concia viene quasi sempre eliminata, e il derma che invece viene trasformato. Questo strato, costituito per lo più da collagene, si presenta alla vista come un intreccio di fibre. In gergo tecnico, il lato esterno di questo strato è detto “fiore”, mentre quello interno “crosta”.

Per le nostre lavorazioni, qui a La Garzarara utilizziamo soprattutto pelle caprina scamosciata, pelle ovina e pelle di vitello.

Pelle scamosciata

La pelle scamosciata si ottiene sottoponendo il pellame (quelli che utilizziamo noi sono per lo più di origine caprina) a un particolare trattamento, durante il quale viene privato del fiore e poi conciato, tinto e lavorato con la smerigliatrice dal lato crosta. È proprio il processo di smerigliatura che dà alla pelle scamosciata quell’aspetto visivo e tattile che ricorda il velluto. Questo tipo di pelle, infatti, è ideale per creare calzature eleganti e capi di abbigliamento. Allo stesso tempo, però, è molto delicata e ha bisogno di trattamenti periodici per preservarne l’aspetto e le caratteristiche.

Pelli ovine e incrociati

Le pelli ovine provengono da agnelli, pecore e montoni: in genere, sono piuttosto morbide, lisce, estensibili e per questo adatte ad essere impiegate per creazioni sartoriali.
Gli incrociati, invece, sono un particolare tipo di ovini, le cui pelli, presentano un intreccio fibroso molto compatto e resistente dal punto di vista meccanico, ideale per la produzione di scarpe, cinture e borse.

Pelle di vitello

Le pelli bovine sono quelle con estensione maggiore e hanno una struttura molto resistente da cui è possibile ricavare qualsiasi tipo di articolo: suole e tomaie, abbigliamento, borse, valigie, ma anche arredamento e articoli tecnici. Per le nostre lavorazioni utilizziamo spesso la pelle di vitello che presenta un fiore dal disegno molto più uniforme e fine rispetto alla pelle di bovino adulto.

Croste

Gli animali di grandi dimensioni hanno pelli troppo spesse per essere utilizzate per intero, infatti, durante il processo di trasformazione vengono spaccate nei due strati descritti sopra: il fiore e la crosta. Quest’ultima presenta un aspetto fibroso da entrambi i lati e può essere utilizzata per confezionare rivestimenti, oggetti d’arredamento, ma anche borse e altri articoli che non richiedono particolari rifiniture.